Giordano Bruno

Nola, 1548- Roma, 1600.

Giordano Bruno, filosofo, scrittore, viaggiatore e in costante fuga dalla Santa Inquisizione. Nel 1576 entra nell’ordine domenicano ma sospettato di promuovere idee eretiche ( e tentato omicidio) è obbligato a lasciare l’ordine e iniziare il suo infinito viaggio per l’Europa. Roma, Parigi ( dove pubblica una commedia e un trattato di mnemotecnica), Ginevra ( convertendosi momentaneamente al calvinismo), Toledo e altre città. Il suo carattere molto forte e le sue idee anticonformiste lo portano ad avere forti contrasti con le istituzioni locali, portando quasi sempre, a una sua fuga verso nidi con un’apertura mentale maggiore. Il suo rientro in Italia avviene tramite un invito del nobile veneziano Giovanni mocenigo, il quale volenteroso di apprendere la magia e la filosofia di Giordano Bruno, ma anche a Venezia, i contrasti e le incomprensioni porteranno alla denuncia e all’arresto di Giordano Bruno da parte del santo uffizio. Passerà 7 anni nelle carceri della Santa Inquisizione, negando ogni tentativo di ritrattare le sue tesi, fin quando l’8 febbraio 1600 a campo de’ fiori, con lo sguardo rivolto verso il Vaticano, verrà arso vivo.

Il mondo è infinito:

Andando contro sia la concezione scolastica, cattolica e protestante ( credendo che l’universo è un frutto di Dio e quindi chiuso e delineato), Giordano Bruno afferma che a differenza di qeuste tre diversi correnti l’universo è infinito e omogeneo in ogni sua parte, negando le differenze tra un mondo sublunare corruttibile e imperfetto e un mondo sovralunare perfetto e eterno.

un eroe romantico:

precursore della concezione scientifica del mondo, difendendo le teorie di Copernico e affermando l’inifinitòà del cosmo, Giordano Bruno ha sgombrato la visione medievale dell’universo. Allo stesso tempo il suo carattere particolarmente detestabile e la sua intransigenza nel ritrattare le sue tesi sulla sua concezione della realtà come tutto organico e animato, uno dei filosofi più apprezzati dell’800, dall’altra parte la sua concezione magica e mistica della natura, non permettono alla comunità scientifica romantica, di dichiararlo tra uno dei padri della nuova scienza pronta alla nascita. Sul piano religioso, Giordano Bruno difende un atteggiamento razionale e naturale e vede nelle religioni rivelate ( il cristianesimo ), solo un metodo per governare i ” rozzi popoli” ( lenin nel 1917 riprenderà questa teoria con ” la religione è l’oppio dei popoli” di Marx), che devono essere sottomessi alle religioni naturali, combaciando con la filosofia e, appartenti all’uomo fin dalla nascita, rendendo inutili così le imposizioni dogmatiche della Chiesa, sia cattolica che protestante. Giordano Bruno vede nelle religioni un vincolo, che ostacolano la libera valutazione intellettuale, sia sul piano scientifico ( Galileo Galilei solo 10 anni dopo la morte del filosofo verrà arrestato) sia sul piano etico.

produzione:

la cena delle ceneri; de la causa, principio et uno; De l’infinito, universo et mondi; spaccio della bestia trionfante; de gli eroici furori.

fonte: Marina Visentin; La Filosofia.

Pubblicato il
Categoria narrativa

Di massimo romano

da sempre sono cresciuto osservando tutto quello che potevo, ammirando e studiando sempre di più.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...