Notturno

Nella notte, meglio, al crepuscolo, è possibile provare quel quantitativo di emozioni contrastanti che, combaciano perfettamente. I suoni, alternandosi pace e disordine, il sole, se n’è già andato ma, le sue ultime luci, ancora per poco, sono ancora più forti delle tenebre, cullano sogni e pensieri, riflettendosi nella forza degli ultimi raggi, perdendo, una volta… Continua a leggere Notturno

Nebbia all’orizzonte

foto di Cosmin Istrate Da sempre vedevo i massicci montuosi come un velo immenso che limitava la visione completa sul mondo, ma, nei momenti in cui compariva quella tenue foschia capace di trattenere i raggi di luce dando vita a quelle insolite tonalità, la accoglievo come un invito, sì, ad oltrepassare quelle alture per poter… Continua a leggere Nebbia all’orizzonte

Caro vecchio, non mio, mondo

è giusto continuare a seguire una strada anche se, la strada percorsa, termina in un dirupo? La strada percorsa, almeno da una parte del mondo, illusoria, ornata da personaggi e ideali, ma, mai veramente trasformati in realtà, fondando allo stesso tempo, un sistema, contraddittorio agli stessi ideali. Come ci si piò definire religiosi e liberi… Continua a leggere Caro vecchio, non mio, mondo

Il pescatore e il pesce

Uno sopra, uno sotto, entrambi forse, a conoscenza della presenza dell’altro, una sfida a chi pazienta più a lungo, chi vince, mangia. E’ mattina, le onde si infrangono sulla sabbia e ne riflettono quel giallastro, il sole, timido, si appresta lentamente a svegliarsi, tra il suono delle onde e il canticchiare del vento, si distingue… Continua a leggere Il pescatore e il pesce

Foto del giorno

In attesa dell’imbrunire ero alla ricerca di un punto sopraelevato per uno scatto paesaggistico, scorsi il sovrapassaggio della stazione di Palo, ormai non piu’ in servizio, ma l’intento di salire le scale lasciò spazio a vari pensieri: Cosa o chi avrei trovato una volta su? Da quanto tempo qualcuno non viene qui e cosa avra’… Continua a leggere Foto del giorno

AMOR

L’ombra dei palazzi mi soffoca, non mi fa sentire libero, solo il sapere di non potermi muovere liberamente, mi fa sentire come una lucertola dal sangue freddo, eppure, in questa Città, alzando gli occhi al cielo e osservando quei grigi e grandi palazzi, è come sentirli vivi. Ogni strada, ogni via di questa Città, ha… Continua a leggere AMOR