Caro vecchio, non mio, mondo

è giusto continuare a seguire una strada anche se, la strada percorsa, termina in un dirupo? La strada percorsa, almeno da una parte del mondo, illusoria, ornata da personaggi e ideali, ma, mai veramente trasformati in realtà, fondando allo stesso tempo, un sistema, contraddittorio agli stessi ideali. Come ci si piò definire religiosi e liberi… Continua a leggere Caro vecchio, non mio, mondo

Il pescatore e il pesce

Uno sopra, uno sotto, entrambi forse, a conoscenza della presenza dell’altro, una sfida a chi pazienta più a lungo, chi vince, mangia. E’ mattina, le onde si infrangono sulla sabbia e ne riflettono quel giallastro, il sole, timido, si appresta lentamente a svegliarsi, tra il suono delle onde e il canticchiare del vento, si distingue… Continua a leggere Il pescatore e il pesce

risveglio

nella tenue luce delle prime ore, lmondo s’alza, prende vita mostrandoci cornici di colori, vortici di odori, semplici rumori, tra guerra e pace, un’uccellino spensierato sul mio balcone giace ancora assonnato. Il mattino ha sempre qualcosa da offrire, non per niente viene dopo la notte che impone la fine e il rientro a casa. In… Continua a leggere risveglio

#127

Navighiamo beati e illusi, vaghiamo senza meta, tentando invano di controllare la soggettiva realtà. Chiudendo l’occhi, serrando la porta, sistemando il velo, ignoriamo la grande realtà, vivendo la piccola illusione. /poesie notturne/

Articolo in evidenza

Pubblicato il
Categoria poesia

#126

Nella notte avanzano silenziosi, tremano col tempo urlano col vento, ricercano uno spazio anzitempo d’altri rubato. / poesie notturne /

Articolo in evidenza

Pubblicato il
Categoria poesia

il viaggiatore e la mosca.

Un viaggiatore, almeno per definizione è colui che viaggia, non specificando che tipo di viaggio. Per esempio, un avventuriero è colui che incontra un’avventura, ma sempre con il titolo di viaggiatore lo si può definire. il nostro buon viaggiatore, in una giornata tranquilla, con poche nuvole nel cielo e il sole già alto, decide di… Continua a leggere il viaggiatore e la mosca.

Articolo in evidenza

Pubblicato il
Categoria narrativa

giardino

il giardino di Itaca, un nome particolare soprattutto perché se si cita Itaca il pensiero va autonomamente a Ulisse e il suo ostico viaggio verso casa. un ostico viaggio che oggi giorno compiamo, indipendentemente da classe sociale o occupazione, ci lanciamo volontariamente verso un viaggio in solitaria in un mondo brutale e in continua evoluzione,… Continua a leggere giardino

Articolo in evidenza

Pubblicato il
Categoria narrativa

Pioggia

Guarda in altocome cade,non fa rumore,fino a quando,non tocca ‘lsuolo. Sulla pelle,la vediamo cadere,ci camminiamo,guardando ‘nbasso,per vedere,ove li piedivelocemente mettiamo. Passo dopo passopassa,prima debole,poi forte,ma quando ci toccacome animali la terra,istintivamente,guardiamo n’alto. E quando finiscee ‘lsole risplende,‘lverde fioriscee la vita,riprende. Lucio Dalla diceva che prima dei 20 anni siamo tutti poeti e che, superata quella… Continua a leggere Pioggia

Articolo in evidenza

Pubblicato il
Categoria poesia

Dettagli

La mattina ha sempre quel qualcosa che ci spinge ad affrontare la vita, impegni, imprevisti, luoghi in cui andare per qual si voglia motivo, ogni giorno è come rinascere, tutte le mattine in fondo, in questo piccolo, grande mondo, dove tutti siamo diversi, siamo tutti uguali. Posso dire con tranquillità che, la parte della mattina… Continua a leggere Dettagli

Notturno

Nella notte, meglio, al crepuscolo, è possibile provare quel quantitativo di emozioni contrastanti che, combaciano perfettamente. I suoni, alternandosi pace e disordine, il sole, se n’è già andato ma, le sue ultime luci, ancora per poco, sono ancora più forti delle tenebre, cullano sogni e pensieri, riflettendosi nella forza degli ultimi raggi, perdendo, una volta… Continua a leggere Notturno

Nebbia all’orizzonte

foto di Cosmin Istrate Da sempre vedevo i massicci montuosi come un velo immenso che limitava la visione completa sul mondo, ma, nei momenti in cui compariva quella tenue foschia capace di trattenere i raggi di luce dando vita a quelle insolite tonalità, la accoglievo come un invito, sì, ad oltrepassare quelle alture per poter… Continua a leggere Nebbia all’orizzonte

Foto del giorno

In attesa dell’imbrunire ero alla ricerca di un punto sopraelevato per uno scatto paesaggistico, scorsi il sovrapassaggio della stazione di Palo, ormai non piu’ in servizio, ma l’intento di salire le scale lasciò spazio a vari pensieri: Cosa o chi avrei trovato una volta su? Da quanto tempo qualcuno non viene qui e cosa avra’… Continua a leggere Foto del giorno

AMOR

L’ombra dei palazzi mi soffoca, non mi fa sentire libero, solo il sapere di non potermi muovere liberamente, mi fa sentire come una lucertola dal sangue freddo, eppure, in questa Città, alzando gli occhi al cielo e osservando quei grigi e grandi palazzi, è come sentirli vivi. Ogni strada, ogni via di questa Città, ha… Continua a leggere AMOR